Dreamywear 4 Real Life & Much More

Le donne ballano da sole

Le donne ballano da sole

Gioielli e diamanti sono ancora i migliori amici delle donne?

Un prezioso monile, indossato con discrezione od ostentato con esuberanza, dona alla donna il piacere di adornarsi secondo il suo personale gusto, secondo la sua storia e la sua cultura.

Tutte le donne fin dall’antichità hanno usato i gioielli, non solo come elementi ornamentali ma anche protettivi. Pensiamo agli amuleti e ai talismani.

Nel medioevo, i gioielli erano utilizzati indistintamente da uomini e donne soprattutto per finalità terapeutiche e spirituali, oltre che come simboli di appartenenza ad una certa classe sociale.

Oggi, a prescindere dall’aspetto estetico, dal piacere di indossarlo, dalle mode e dall’intrinseco sfoggio di status, il prezioso, racchiude in sé motivazioni simboliche e di lucro. Si pensi al nostro anello con brillante che simboleggia da sempre il pegno d’amore, ma anche all’oro – il cosiddetto “bene rifugio” – senza dimenticare che i brillanti stessi costituiscono una forma d’investimento economico.

Ma torniamo a noi… Le donne nel mondo fanno uno sfoggio incredibile di ornamenti. Il nostro anellino di fidanzamento, con un piccolo o un’importante diamante, impallidisce in confronto ai monili che sfoggiano le donne in altre parti del mondo!!

In Africa, India, Thailandia, Cina e più su, lungo la via della seta, le donne per il rituale del fidanzamento, vengono letteralmente ricoperte di pietre preziose, oro, ambra, turchesi: tanto oro e tante pietre da faticare a sostenere il loro peso. Queste ricchezze vengono accumulate dalle famiglie fin dalla nascita delle bimbe e costituiscono la loro dote.

A far da contrappeso a queste culture, oggi in Europa e negli USA, sono tante le donne che  invece “ballano da sole”: secondo alcune ricerche di De Beers, i gioielli acquistati autonomamente dalle donne sono in costante aumento e ora negli Usa una donna su tre li acquista per se stessa.

I famosi aforismi (seppure interpretabili con grande ironia) manifestano il pensiero giudicante della donna rispetto al valore dell’oggetto ricevuto in dono; citiamo solo alcune delle frasi famose a tal proposito: “I diamanti sono i migliori amici delle donne”.  Marilyn Monroe.   “Non ho mai odiato un uomo a tal punto da restituirgli i gioielli ricevuti in regalo“. Zsa Zsa Gabor. “Un uomo si giudica dagli orecchini che ti regala Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany”.

Oggi tuttavia, laddove l’affrancamento e l’autonomia economica della donna si sono consolidati è cambiata la cultura, è cambiata la società e si sono sviluppati nuovi modelli di consumo.

La donna, anche se non compra i propri gioielli, orienta l’acquisto nel 43% dei casi: pertanto il significato di valore, di potenza che il gioiello ha sempre avuto, oggi è passato di mano e la donna può liberamente ballare da sola… e brillare di luce propria…Evviva!!!

it en