Dreamywear 4 Real Life & Much More

Oggi sono carica!….(di elettricità)

Oggi sono carica!….(di elettricità)

Ci sono periodi dell’anno in cui mi capita, di pettinare i capelli e di vederli muoversi a raggiera intorno alla mia testa, come se fossi la mitologica Medusa; di scendere dalla macchina e avere paura di toccare lo sportello, per colpa di quella la scossa che ogni volta mi sorprende. Così pure di indossare gonne o abiti che si appiccicano al corpo o alle calze,  di spogliarmi e sentire scoccare le scintille intorno a me… Insomma improvvisamente il mio universo diventa un concentrato di cariche elettriche… Ho scoperto che tutto ciò è normale e molto diffuso (sicuramente sarà capitato anche a te se stai leggendo!) soprattutto in stagioni invernali e secche.

Ho scoperto, anche, che bastano solo alcuni piccoli gesti, poche, ma strategiche, attenzioni per metterci al sicuro da questi “pungenti“ shock.

L’occorrente è alla portata di tutti e le tecniche sono davvero semplici e attuabili in svariate situazioni.

Primo fra tutti puoi ricorrere ad oggetti di metallo, che sicuramente ti aiuteranno a scaricare l’elettricità.

  • Per esempio potresti utilizzare una gruccia di quelle sottili, facendola scorrere all’interno del capo poco prima di indossarlo. Puoi anche passarla tra la tua pelle e i vestiti prima o dopo averli usati. Questo trucchetto funziona meglio con i tessuti delicati, come la seta.
  • Puoi ricorrere ad un ditale, e farlo scorrere sulla superficie del vestito.
  • Altro trucchetto, che ti sarà d’aiuto, è di inserire una spilla da balia all’interno del capo. Non ovviamente sul bordo o sulle parti trasparenti, perché sarebbe visibile e rovinerebbe il risultato finale del tuo outfit!
  • Se usi delle scarpe con la suola in gomma, questa impedirà alle cariche di passare, e si andranno inevitabilmente e progressivamente ad accumulare e, appena toccherai qualsiasi cosa, meno carica di te, ti farà male! Quindi preferisci indossare scarpe con suola in cuoio.
  • In alternativa puoi spruzzare sui vestiti della lacca per capelli poco prima di indossarli, o una volta indossati. Ovviamente da una distanza sufficiente a non macchiare il tessuto e soprattutto nei punti di maggior aderenza con il tuo corpo. La lacca, che viene infatti utilizzata per  combattere la carica elettrostatica dei capelli, va benissimo anche sui vestiti.
  • Infine, ma comunque importante, è idratare bene la pelle e utilizzare per i capelli dei prodotti a base di silicone come il balsamo e la crema per lo styling.

Ci sono poi altri modi da mettere in atto, questa volta però, per prevenire che si accumulino cariche elettriche sugli abiti,  trucchi da attuare in fase di lavaggio e asciugatura dei capi.

Per esempio prima di accendere la lavatrice, puoi spargere 1/4 di tazza circa 60 ml di bicarbonato sui vestiti, (se il carico è pesante puoi aggiungerne mezza tazza circa 125 ml). Il bicarbonato, oltre al beneficio di neutralizzare gli odori, crea, infatti, una barriera intorno a ogni indumento, prevenendo l’accumulo delle cariche negative e positive che causa l’attaccamento tra le fibre tessili.

Una volta lavati, se utilizzi l’asciugatrice, impostala al livello di calore più basso per almeno 10 minuti, poi metti al suo interno un panno o un asciugamano pulito e leggermente umido per il resto del ciclo. Le cariche elettriche sono più propense ad accumularsi quando l’aria diventa eccessivamente secca. Aggiungere un panno umido alla fine del ciclo di asciugatura previene, infatti, che l’aria nella macchina diventi troppo secca.

Infine, metti un umidificatore nell’armadio, nella stanza da letto o nella lavanderia: renderà lo spazio immediatamente meno asciutto, prevenendo l’elettricità statica negli indumenti.

Fonte Wikipedia

Foto dal web[:]

it en